Approfondimenti   martedì 14 febbraio 2017

L'Amministratore Delegato Pietro Lo Monaco: "Vogliamo andare ai playoff ed essere competitivi"

In occasione della conferenza stampa di presentazione del nuovo allenatore Mario Petrone, l'Amministratore Delegato Pietro Lo Monaco spende parole di ringraziamento per il lavoro svolto da Pino Rigoli e suona la carica in vista delle ultime 13 partite di campionato, con l'obiettivo finale dichiarato da inizio anno: “Esprimo tutto il mio disappunto per la prestazione di domenica, è stata una delle gare più brutte negli ultimi 10 anni, per come è maturata e per quello che ha significato. Desidero rivolgere un ringraziamento all’allenatore uscente, augurandogli le migliori fortune possibili, per l’applicazione che ha messo e per tutto quello che ha dato. Quando si cambia allenatore è sempre doloroso, odio cambiare tecnico. Ho voluto togliere alibi ai calciatori, sono loro che vanno in campo e che devono vincere perché hanno le qualità per farlo. La cultura del calciatore è avere alibi, adesso li abbiamo tolti. È stata presa questa decisione perché deve essere chiaro ai giocatori che non lasceremo nulla di intentato per il raggiungimento dei playoff e per essere competitivi. Rimangono 13 partite da sabato alla fine del campionato e le giocheremo con tutta la forza possibile. L’organico ha la capacità per poter vincere dappertutto, ha potenzialità di primissimo livello, se dico che la nostra rosa è la migliore del campionato non penso di esagerare. Mister Petrone era tra i papabili ad inizio anno, la cosa più logica era quindi puntare su allenatore che gode della nostra fiducia. Ha numerose esperienze vincenti ed ha la cultura della vittoria. La sconfitta contro l’Akragas? Un black out generale. Il mercato? È chiuso, l’organico è completo e con questo andremo avanti fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata. Il prato del Massimino? Due-tre partite sono state disputate in condizioni climatiche disastrose ed il campo ne ha risentito. Adesso abbiamo provveduto a spargere 5500 chili di seme nuovo: già da domenica prossima  il campo sarà migliore e contiamo, nelle prossime settimane, di tornare all’antico splendore”.


Foto Gallery