Approfondimenti   sabato 12 agosto 2017

Ripa: "Il Catania è il punto più alto della mia carriera"

Francesco Ripa abbina equilibrio ed entusiasmo, entrando nel mondo rossazzurro con la voglia di migliorarsi sempre e di dare un importante contributo alla squadra: "Ringrazio il Direttore per le belle parole ma devo dimostrare sul campo ciò che valgo. Quindici giorni fa la trattativa non si concluse positivamente perché dovevo affrontare alcuni problemi familiari, adesso risolti: sono felice di essere qui. Il modulo? Nessun problema, mi adatto, ma prima ancora di scendere in campo devo fare bene in allenamento, dare tutto per questa maglia e cercare, con i miei compagni, di vincere le partite. Scegliere Catania è davvero facile: non c'è un solo motivo per non venire qui, per me è stato semplice accettare. Non è mai facile, quando ti ritrovi ad allenarti in estate da solo o con altri svincolati, giungere alla forma fisica: sono un po' indietro rispetto ai miei compagni, cercherò di recuperare in fretta e lavorerò più degli altri, per stare bene. Se ho parlato col mister? Prima di venire qui. Ho giocato con Pisseri a Castellammare e conosco gli altri per averli affrontati in campo. L'attaccante per prima cosa deve sognare, poi deve essere anche capace di giocare con e per la squadra: a me piace venire incontro, prendere botte e conquistare punizioni, fare gol. La mia spalla? Può darsi anche che non giochi, figuriamoci: non spetta a me dire quale sia la mia spalla, a me tocca lavorare per conquistare spazio. Catania è una piazza giustamente esigente, non c'entra nulla con questa categoria: dobbiamo portare il Catania almeno in B, questo è il punto più alto della mia carriera. Darò il massimo, sempre, con entusiasmo. Se ci diamo una mano, lì davanti, possiamo giocare tutti, a turno: in un campionato così non giocano sempre gli stessi. Sono forte di testa, dite? Sarà per questo - scherza il nuovo attaccante del Catania - che non ho più i capelli. Le nostre avversarie principali? Lecce, Trapani e Cosenza . Dobbiamo lavorare sodo per portare tanti tifosi allo stadio, il campionato sarà difficile ma noi possiamo fare bene". 

Foto Gallery