Approfondimenti   domenica 12 novembre 2017

Caccetta: "Dobbiamo continuare così. Dedico il gol a mia figlia e mia moglie"

Il match winner Cristian Caccetta non nasconde la sua emozione per la rete decisiva ma si concentra sulla gara di Castellammare: “La dedica per il gol va a mia figlia e mia moglie che mi sostengono e sopportano ogni giorno, ho condiviso con loro la gioia della mia prima marcatura in maglia rossazzurra. I tifosi non me ne vogliano, gli altri li dedicherò a loro. I complimenti di Lucarelli mi fanno piacere e ne sono felice ma questo è un punto di partenza e non di arrivo: non sarebbe utile né per me né per la squadra se iniziassi a cullarmi, bisogna continuare a fare quello che si è sempre fatto, come e più di prima. In settimana dissi che non pensavo al gol ma era una bugia, mi conosco e la situazione avrebbe potuto destabilizzarmi, era un cruccio non aver ancora segnato. Sono contento perché è valsa la pena di attendere tutto questo tempo: primo gol e tre punti, siamo sempre lì. La Juve Stabia? La classifica attuale non rispecchia la loro forza, è una squadra da affrontare con molta attenzione: hanno grosse qualità, si gioca in un campo ostico ed i tifosi sanno fare la loro parte. Dobbiamo preparare questa gara come tutte le altre, con la massima attenzione senza lasciare nulla al caso, evidenziando i loro punti deboli e limitando i punti di forza. Dobbiamo continuare per la nostra strada, sappiamo che il Lecce è lì davanti ma abbiamo un percorso da seguire fino alla fine, vedremo chi arriverà per primo e dove arriveremo noi”. 


Foto Gallery