Campionato   domenica 10 giugno 2018

Bianconeri in vantaggio con Santini, rimonta rossazzurra con Curiale di testa e Lodi dal dischetto - Un altro rigore negato ed una clamorosa traversa al 117°

Catania-Robur Siena 2-1 dopo i tempi regolamentari e supplementari, 5-5 dopo i calci di rigore

Toscani in finale, epilogo sfortunato - Straordinario spettacolo sugli spalti: 18.171 cuori rossazzurri

Il grande sogno rossazzurro sfuma all'ultimo respiro di una gara infinita: dopo aver battuto per 2-1 la Robur Siena al termine dei tempi regolamentari ed avere sfiorato il colpo del k.o. nel corso dei supplementari, il Catania si arrende ai toscani, vincitori della "lotteria dei rigori". Ala luce di quanto prodotto, della generosità, del numero di occasioni ed anche delle decisioni arbitrali sfavorevoli, registrate all'andata ed al ritorno nel doppio confronto con la formazione bianconera, la squadra guidata da mister Lucarelli avrebbe meritato certamente il pass per la finale di Pescara. In avvio di gara, ospiti sciolti e vivaci, in zona tiro con Vassallo e Panariello, per il Catania una girata pericolosa di Tedeschi ed un paio di guizzi, purtroppo infruttuosi, di Caccavallo. Al 29°, sul calcio d'angolo di Lodi, colpo di testa di Bogdan corretto da Curiale: il bomber è in off-side, la palla si perde sul fondo. Al 30°, sugli sviluppi di un errato disimpegno rossazzurro, Marotta innesca Neglia, che obbliga Pisseri ad una straordinaria respinta: tap-in di Santini e gelo al "Massimino", senesi in vantaggio. La prima reazione è in un affondo di Caccavallo, al 35° Rondanini interviene con un braccio nella propria area ma l'arbitro non accorda il rigore al Catania. Dopo un colpo di testa di Panariello, a lato, matura il pareggio: al 43° Curiale devia di testa in porta il cross di Barisic e firma così il suo sedicesimo gol in campionato (primo nei playoff) e diciassettesimo stagionale. Subito dopo, altro penalty negato: in area senese, Sbraga trattiene vistosamente Curale ma l'arbitro accorda una punizione alla Robur. Nel primo quarto d'ora della ripresa, la prolungata supremazia territoriale rossazzurra non produce effetti, gli avversari gestiscono senza troppi patemi e ripartono. Al 21°, però, sul tiro di Curiale il mani di Rondanini è netto: dal dischetto, Lodi spiazza Pane e porta in vantaggio il Catania, completando la rimonta e riequilibrando i conti nell'arco dei 180'. Per Ciccio è l'ottavo gol stagionale, sesto dagli undici metri. L'immarcabile Russotto costringe Iapichino a due falli da ammonizione: il secondo, però, oltre al cartellino rosso per l'esterno sinistro bianconero comporta l'infortunio del numero 7 rossazzurro. Nel finale, Catania in cerca del gol risolutivo ma Robur nuovamente insidiosa in ripartenza, con Bulevardi e soprattutto con Guberti. I tempi supplementari evidenziano grande decisione degli etnei, con Manneh molto vivace e vicinissimo al gol al 105°: Pane si salva. Nel secondo tempo supplementare, è Rizzo a calciare con potenza verso la porta: palla alta di un'inezia. Al 116°, episodio-chiave: Rondanini falcia Manneh e "guadagna" il secondo cartellino giallo, lasciando i suoi in 9 e concedendo una punizione dal limite al Catania; il sinistro di Lodi disegna la traiettoria giusta, Pane è battuto ma il pallone colpisce la traversa e rimbalza in campo, ricacciando in gola l'urlo liberatorio del "Massimino". Al 120°, ultimo sussulto: Manneh semina rivali e panico sulla sinistra, nessuno raccoglie il suggerimento e se ne va l'ultima occasione. La girandola dei rigori sembra premiare il Catania quando Pisseri compie una splendida parata su Bulevardi ma, subito dopo, Blondett conclude oltre la traversa ed il decimo penalty, calciato da Mazzarani, è respinto dalla traversa.         
Martedì mattina, a Torre del Grifo, ultimo appuntamento stagionale.

Serie C 2017/18 - Final Four Playoff - Semifinale "A" - Ritorno
Catania-Robur Siena 2-1, 5-5 dopo i calci di rigore
Reti: pt 30° Santini, 43° Curiale; st 21° Lodi su rigore.
Sequenza tiri dal dischetto: Gerli gol, Lodi gol; Damian gol, Curiale gol; Bulevardi parato, Blondett alto; Sbraga gol, Di Grazia gol; Marotta gol, Mazzarani traversa. 

Catania (3-5-2): 12 Pisseri; 4 Aya (1°pts 16 Blondett), 5 Tedeschi, 26 Bogdan; 9 Barisic (7°st 7 Russotto, 35°st 19 Manneh), 10 Lodi, 27 Biagianti (27°st 32 Mazzarani), 6 Rizzo, 8 Porcino; 11 Curiale, 24 Caccavallo (7°st 23 Di Grazia). A disposizione: 22 Martinez; 21 Esposito, 13 Semenzato, 15 Marchese; 17 Bucolo; 14 Brodic, 29 Ripa. Allenatore: Lucarelli.

Robur Siena (4-3-3): 22 Pane; 4 Rondanini, 2 Panariello, 26 Sbraga, 15 Iapichino; 27 Bulevardi, 16 Gerli, 25 Vassallo (38°st 13 Mahrous); 9 Santini (28°st 6 Guberti, 1°pts 18 Cleur), 20 Neglia (38°st 21 Damian), 10 Marotta. A disposizione: 1 Rossi, 12 Crisanto; 23 Brumat, 3 Dossena, 5 D'Ambrosio, 19 Solini; 8 Guerri; 7 Emmausso. Allenatore: Mignani.

Arbitro: Maggioni (Lecco).
Assistenti: Lombardo (Sesto San Giovanni) e Mokhtar (Lecco).
Quarto ufficiale: Marchetti (Ostia Lido).
Ammoniti: Biagianti, Bogdan e Caccavallo (C), Bulevardi, Gerli, Iapichino, Rondanini, Vassallo e Santini (R).
Espulsi: Iapichino al 33°st per somma di ammonizioni, Rondanini all'11°sts per somma di ammonizioni, Bulevardi e Santini a fine gara.
Recupero: pt 0'; st 4'; pts 1'; sts 0'.

Report affluenza: 18.171 spettatori. Incasso: 283.724 euro

Foto Gallery