Coppa Italia   mercoledì 12 settembre 2018

Coppa Italia Serie C, sedicesimi di finale mercoledì 31/10: Catania in casa contro Catanzaro o Rende

Con il Comunicato Ufficiale 23/CIt, oggi, la Lega Italiana Calcio Professionistico riporta il calendario della Fase Finale della Coppa Italia Serie C 2018/19, di seguito riepilogato:

PRIMO TURNO QUALIFICAZIONE - Mercoledì 10 ottobre 2018

SECONDO TURNO, SEDICESIMI DI FINALE - Mercoledì 31 ottobre 2018

OTTAVI DI FINALE - Mercoledì 14 novembre 2018

QUARTI DI FINALE - Mercoledì 28 novembre 2018

SEMIFINALI  

ANDATA - Mercoledì 27 febbraio 2019 

RITORNO - Mercoledì 13 marzo 2019

FINALE 

ANDATA - Mercoledì 3 aprile 2019

RITORNO - Mercoledì 24 aprile 2019

Il Catania esordirà in questa competizione in occasione dei sedicesimi di finale: mercoledì 31 ottobre, al "Massimino", i rossazzurri sfideranno la vincente di Catanzaro-Rende, in programma il 10 ottobre. Agli ottavi, la qualificata affronterà una fra Trapani, Siracusa e Sicula Leonzio. Se dovesse proseguire la sua corsa nella competizione, la squadra dell'Elefante troverebbe ai quarti una tra Casertana, Juve Stabia, Potenza, Monopoli e Virtus Francavilla. In caso di approdo alla semifinale, rivale da definire in questo lotto: Pisa, Arzachena, Pontedera, Robur Siena, Teramo, Sambenedettese, Alma Juventus Fano, Viterbese Castrense e Ternana. In finale, la squadra promossa dall’area centro-sud del tabellone troverà infine una tra: Pordenone, L.R. Vicenza, Feralpisalò, Virtusvecomp Verona, Sudtirol, Giana Erminio, Albinoleffe, Piacenza, Renate, Gozzano, Monza, Novara, Pro Vercelli, Alessandria, Albissola, Virtus Entella, Carrarese, Lucchese, Imolese e Pistoiese.  

Comunicato Ufficiale 23/CIt - Calendario e tabellone della Fase Finale della Coppa Italia Serie C 2018/19

SECONDO TURNO

Il Secondo Turno si svolge con gare ad eliminazione diretta in gara unica in casa della squadra prima nominata.

Modalità di svolgimento

Nel Secondo Turno della Fase Finale le gare si svolgono ad eliminazione diretta in gara unica. Ottiene la qualificazione al turno successivo la squadra che ha segnato il maggior numero di reti. Risultando pari il numero di reti segnate, le squadre dovranno disputare due tempi supplementari della durata di 15 minuti ciascuno. Perdurando la parità anche al termine dei due tempi supplementari, l’arbitro procederà a far eseguire i tiri di rigore, con le modalità previste dal “Regolamento del Giuoco del calcio” al paragrafo: “procedure per determinare la squadra vincente di una gara”. 

ORARIO DI INIZIO DELLE GARE

Le gare potranno essere disputate sia alla luce solare sia con l'illuminazione artificiale, negli orari fissati dalla Lega Pro. Le società ospitanti possono richiedere lo spostamento d'orario della gara anche con eventuale inizio o prosecuzione in notturna. Le gare, il cui orario non sia già fissato dalla Lega per esigenze televisive, avranno inizio con l’orario proposto dalla società ospitante, sempre che abbia ottenuto la relativa ratifica dalla Lega stessa. Le richieste dovranno pervenire almeno dieci giorni prima della data fissata per l’effettuazione della gara medesima. Per le richieste inoltrate dopo tale termine, sarà necessario l'accordo tra le due società interessate da sottoporre all'esame ed eventuale ratifica della Lega Pro.


Foto Gallery